Istituto di Laser-Chirurgia Sessuale

La laservaginoplastica (DLV®, Designer Laser Vaginoplasty®)

La Laservaginoplastica consiste nel miglioramento estetico chirurgico delle strutture vulvari:

- piccole e grandi labbra;
- monte di Venere;
- perineo (la regione compresa tra la vagina e l’ano);
- l’orifizio vaginale;
- imene;

La Laservaginoplastica non è sempre solo un intervento cosmetico, in quanto può anche alleviare il dolore e il fastidio provocati da un eccessivo allungamento delle piccole labbra che si estendono ben oltre le grandi labbra; in questi casi le piccole labbra vengono compresse contro le mutandine, le calze o il cavallo dei pantaloni. Schiacciate contro le grandi labbra, spesso le piccole labbra si irritano, disturbando semplici azioni quali camminare, praticare esercizio fisico, a volte perfino restare seduti. Anche il rapporto sessuale può diventare un’esperienza dolorosa, se la condizione non viene trattata.

La Laservaginoplastica può inoltre essere efficacemente utilizzata per ridurre il prepuzio (la pelle che ricopre il clitoride) e ricostruire l’imene (imenoplastica), riportando la donna alla condizione di simil- verginità. La tecnica chirurgica e l’uso del laser consentono di apportare qualunque modifica alle strutture vulvari, tuttavia gli interventi di laservaginoplastica più richiesti sono:

  • Labioplastica Vaginale Riduttiva
    Si effettua quando le piccole labbra sono allungate o diseguali, per ridurle e renderle perfettamente simmetriche. Nello stesso intervento è inoltre possibile eliminare l’eventuale iperpigmentazione della porzione terminale delle piccole labbra.

  • Laserperineoplastica
    L’intervento consente di ringiovanire un perineo o un orifizio vaginale che hanno perso tono ed elasticità. La procedura chirurgica può anche  in concomitanza, correggere le piccole labbra. Il risultato complessivo dell’intervento è una vulva dall’aspetto tonico, giovanile ed esteticamente attraente.

  • Labioplastica Vaginale Additiva
    Quando le grandi labbra sono atrofiche, o prive di tono o di spessore, il trapianto di grasso autologo (autotrapianto) consente di restaurare una condizione estetica ottimale. Il grasso viene rimosso da un distretto anatomico stabilito insieme alla paziente - per esempio l’addome o l’interno delle cosce - e dopo purificazione (tecnica di Coleman) viene trapiantato nelle grandi labbra per migliorarne l’aspetto estetico.

  • Liposcultura Vulvare
    Quando invece è presente un eccesso di grasso sul monte di Venere o nelle grandi labbra, la liposcultura vulvare consente di restituire a queste zone della vulva un contorno più netto, tonico ed esteticamente gradevole.

  • Lifting e riduzione delle grandi labbra
    Quando le grandi labbra sono evidentemente rilassate o esuberanti, possono essere ridotte e e parificate mediante l’intervento di riduzione e lifting.

  • Imenoplastica
    L’imene può essere ricostruito o riparato al fine di riportare la paziente a una condizione di simil-verginità. L’intervento è indicato per le pazienti che vivono in culture che valorizzano la verginità per ragioni sociali, culturali o religiose.

pubblicato in data 19/07/06

Istituto di Laser-Chirurgia Sessuale

Nota: le informazioni fornite da questo sito intendono supportare, e non sostituire, la relazione tra il paziente/visitatore del sito e il suo medico di riferimento.

Istituto di Laser-Chirurgia Sessuale

Noi aderiamo ai principi HONcode. Verify here

home | note legali | condizioni di utilizzo | copyright © 2006-2017 chirurgiasessuale.it
Dr. Alessandro Littara: P.IVA: 01658220460 - Dr. Gianfranco Bernabei: P.IVA: 03711770150
pagina aggiornata al 16/01/2008